Opening Hours : Lun/Venerdì 9:00 - 17:00 / Martedì 9:00 - 20:00 (orario continuato)

Educazione Alimentare

mangiare-mele

I modelli e le scelte alimentari svolgono un ruolo importante nella prevenzione della carie e delle malattie gengivali.  I denti e le gengive infatti sono molto di più che semplici strumenti per assumere cibo, indispensabili per la masticazione e la deglutizione, rappresentano i primi passaggi del processo per una buona digestione.

Ecco perché è indispensabile conoscere le regole per una corretta alimentazione, da poter trasmettere ai propri figli.

Sappiamo quanto sia elevato il senso di emulazione dei nostri figli, è quindi essere un buon modello per loro rappresenta il primo passo per la salute della loro bocca: lavarsi i denti assieme a loro, ad esempio, anche prima di coricarsi è molto significativo e rappresenta il primo passo per una corretta prevenzione.

Altre accortezze per i più piccoli ad esempio sono quelli di non inzuppare mai il ciuccio in sostanze come zucchero o miele. Il bambino non andrebbe  mai fatto addormentare con un biberon contenente latte e biscotti o altri liquidi zuccherati che rimarrebbero in bocca tutta la notte. L’ideale sarebbe pulire la bocca del neonato con una garza imbevuta d’acqua prima che si addormenti.  Questo per evitare di andare incontro alla Baby Bottle Syndrome, in italiano Carie da Biberon, che prevede lo svilupparsi in gran numero di carie destruenti all’interno della bocca di bimbi ancora in età da biberon.

Le raccomandazioni nutrizionali dovrebbero essere di limitare gli spuntini a base di bevande e merendine dolci.

Il consumo ripetuto durante la giornata di alimenti contenenti zucchero dovrebbe essere evitato soprattutto da parte dei bambini più piccoli, impedendo che diventi una vera e propria abitudine.
Per i genitori dei più grandicelli è importante sapere che il consumo frequente di cibi e bevande contenenti zucchero favorisce il rischio di carie.
ANDI (Associazione Nazionali Dentisti Italiani) ha stimato che il 23% dei bambini fino a 8 anni di età ed il 40% dei ragazzi fino a 15 anni consumano snack dolci o bevande almeno tre volte al giorno.
E se davvero non possiamo fare a meno di far fare uno spuntino ai nostri figli cerchiamo di indirizzarli al meglio evitando il più possibile alimenti pro carie come ad esempio:

Caramelle: quelle dure possono sembrare innocue, ma possono diventare dannose per i denti ed espongono anche al rischio di fratture parziali o totali di un dente. Un’alternativa? Masticare caramelle gommose senza zucchero. Bevande a base di agrumi: controlliamo il loro consumo perché la frequente esposizone a cibi acidi favorisce l’erosione chimica dello smalto, rendendo i denti più vulnerabili alla carie ed all’ipersensibilità. I succhi di frutta a base di agrumi possono anche irritare le eventuali ferite presenti nella bocca. L’alternativa? Bere molta acqua naturale.
Dolci Gommosi: sono il peggior incubo per la bocca dei nostri figli perché tendono a rimanere attaccati ai denti molto più a lungo rispetto ad altri tipi di alimenti. Evitare anche la frutta secca, che molto spesso è ricoperta di zucchero. Cibi Croccanti: chi non ama sgranocchiare le saporite e stuzzicanti patatine? Purtroppo pero questo alimento è ricco di amido che tende a rimanere intrappolato tra i denti Bibite Gassate (Coca Cola-Sprite e Simili): sostituiamole il più possibile con l’acqua. Evitare cibi ricchi di zucchero o bevande zuccherate per lunghi periodi. La maggior parte delle bibite gassate, specie le cosiddette LIGHT!!!!, sono acide e quindi, favoriscono usura da erosione chimica. Bevande contenenti caffeina, possono anche seccare la bocca!

Un concetto molto semplice da tenere a mente per i genitori è quello che contenendo il consumo di zuccheri si abbatte conseguentemente il rischio di carie.
Questo è il motivo per cui bisogna dare loro un educazione sin da piccolissimi!

Per concludere, anche le Vitamine sono dei grandi alleati dei denti, essendo in grado di mantenere gengive e denti sani.

Calcio: i nostri denti e quelli dei  nostri bambini sono principalmente formati da calcio e la carenza di questo minerale può causare un loro deterioramento. Fagioli, spinaci e verdure a foglie verde sono ricche di calcio
Vitamina D: la carenza di questa vitamina può inibire l’assorbimento del calcio e può causare problemi come bruciore della bocca, secchezza delle fauci e scarsa salivazione. Salmone, trota, sgombro sono ricchi di Vitamina D.
Vitamina A: è in grado di aiutare il nostro organismo nel processo di guarigione dei tessuti infiammati delle gengive e la troviamo in tutti i frutti di colore arancione e nelle uova.
Vitamina B: una carenza di questa può portare ad una maggiore sensibilità dei denti e delle gengive. Il pesce è un grande contenitore di queste vitamine.
Vitamina C: Sappiamo tutti dell’importanza di questa vitamina in generale, ma ha un azione molto positiva anche sui denti e sulle gengive.

ItalyEnglish